Italo Cassa

Capitan Gioia


Italo Cassa

Mostra fotografica Hope & Joy – Categoria Syria 2012

La guerra in Siria è iniziata a Marzo del 2011 dopo le rivolte delle primavere arabe che in quel paese, differentemente da altri stati, furono represse con la forza dal regime di Bashar al Assad.
Come ho già detto in altri post mi sono occupato per molti anni dei Bambini del Mediterraneo, in particolare in collegamento alla Settimana a loro dedicata a Ostuni e Comuni del circondario, creata dal Prof. Lorenzo Caiolo. A Ottobre 2011 l’ultima edizione di questa manifestazione fu dedicata proprio alle “Primavere del Mediterraneo”. Era un argomento difficile da trattare, anche perché si intravedeva la possibilità, dietro le legittime richieste di democrazia delle parti più evolute della Società Civile del Nord-Africa e del Medioriente, il rischio di una radicalizzazione islamista, cosa che poi è effettivamente avvenuta, fino alla nascita dello Stato Islamico di DAESH in Siria e in Iraq.
A Ottobre 2012 si sarebbe dovuta svolgere l’edizione annuale della “Settimana dei bambini del Mediterraneo” che poi saltò per via delle restrizioni del patto di stabilità imposto ai Comuni.
Decisi allora che se non sarebbero potuti venire i Bambini del Mediterraneo alla manifestazione a Ostuni dovevamo essere noi ad andare a trovarli per portare un messaggio di gioia e di pace.
A Novembre 2012 ci mettemmo in viaggio, io e Simone (operatore e co-regista del film MISSIONE GIOIA che fu poi realizzato con il materiale prodotto) e Zicky, il mio amato Alaskan Malamute.
Dovevamo arrivare con il nostro malandato Joybus/Camper fino a Brindisi e da li imbarcarci per la Grecia, arrivare fino in Turchia, percorrere tutta l’Anatolia fino al confine con la Siria… Sembrerebbe facile da fare con un mezzo appropriato ma il nostro camper non lo era… Fatto sta che il viaggio andata e ritorno durò in tutto 35 giorni, e non si sa com’è che ce l’abbiamo fatta… Al ritorno io mi ero preso una forte influenza intestinale che mi fece perdere più di 10 kg. di peso.
In ogni caso, nonostante tutto, la Missione andò bene e incontrammo tanti bambini nelle scuole per rifugiati siriani ad Antakia, e al Campo Atma in Siria, portando loro i messaggi di pace inviati dai bambini delle scuole italiane, i palloncini e tanta gioia e amore.
Quelle che seguono sono le foto realizzate durante quel viaggio.

Guarda dove sarà esposta prossimamente la mostra fotografica “Hope & Joy – Speranza & Gioia” su questa pagina: www.italocassa.it/mostra-foto/

Bambini siriani alla scuola per rifugiati ad Antakia (Turchia)

Bambini siriani alla scuola per rifugiati ad Antakia (Turchia)

Bambini siriani alla scuola per rifugiati ad Antakia (Turchia)

Bambini siriani alla scuola per rifugiati ad Antakia (Turchia)

Bambino siriano alla scuola per rifugiati ad Antakia (Turchia)

Bambina siriana alla scuola per rifugiati ad Antakia (Turchia)

Bambini siriani alla scuola per rifugiati ad Antakia (Turchia)

Bambini siriani alla scuola per rifugiati ad Antakia (Turchia)

Bambini siriani alla scuola per rifugiati ad Antakia (Turchia)

Bambino siriano alla scuola per rifugiati ad Antakia (Turchia)

Bambina siriana al Campo Atma (Syria)

Bambino siriano al Campo Atma (Syria)

Bambino siriano al Campo Atma (Syria)

Bambino siriano al Campo Atma (Syria)

Donne siriane al Campo Atma (Syria)

Bambine siriane al Campo Atma (Syria)

Bambino siriano al Campo Atma (Syria)

Bambina siriana al Campo Atma (Syria)

Bambina siriana al Campo Atma (Syria)

Bambina siriana al Campo Atma (Syria)

Bambina siriana al Campo Atma (Syria)

Share

Share opinions

You may use these HTML tags and attributes to empatize your opinion:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>